Ricerca Avviata

Viaggio della Memoria 2024: incontro in aula consiliare

Pubblicato in data: 3 apr 2024
Ultima Revisione in data: 3 apr 2024

Si è svolto mercoledì 3 aprile, in aula consiliare, l'incontro con gli studenti che hanno partecipato al “Viaggio della Memoria 2024” organizzato dal Comune di Latina.

“Abbiamo voluto incontrare gli studenti che hanno partecipato al ‘Viaggio della Memoria’ ad Auschwitz per ringraziarli del compito che hanno svolto – ha dichiarato il Sindaco Matilde Celentano. Sono, ora, gli ambasciatori della comunità di Latina. A loro è affidato l’impegno della conoscenza e della memoria. Durante l’incontro hanno voluto raccontare cosa ha significato per loro questo viaggio, e sono rimasta particolarmente toccata dalle parole che hanno scelto. Toccare con mano i luoghi simbolo della storia gli ha permesso di conoscere, con un’altra chiave, quello che hanno studiato sui libri di storia ma, soprattutto, gli ha permesso di apprezzare il presente e la fortuna della vita che stanno vivendo”

Nel mese di marzo ventisei ragazzi delle scuole del capoluogo, tra cui tre studentesse dell'Istituto Comprensivo "Giovanni Cena", sono partiti, insieme ai docenti e agli amministratori comunali, alla volta di Auschwitz.

È stata un’esperienza istruttiva per uscire dai libri di storia - ha commentato l'assessore all'istruzione Francesca Tesone -  per riflettere sul passato e i suoi orrori, visitando i luoghi dove si sono consumate tragedie che hanno segnato la storia del nostro Paese. Anche per questa esperienza l’amministrazione comunale ha stanziato una cifra, 7.500 euro, volta a ridurre le quote di partecipazione nell’ottica di rendere gli studenti ambasciatori della città, per affidargli il compito di essere testimoni di pace. Abbiamo voluto incontrarli per ringraziarli di aver colto l’importanza di una simile esperienza”.

“Purtroppo – ha dichiarato l’assessore Andrea Chiarato – Sami Modiano, cittadino onorario di Latina, non ha potuto rispondere via telefono alle domande dei ragazzi. Gli faremo comunque avere i loro quesiti e, siamo convinti, risponderà appena possibile. L’incontro di questa mattina, in ogni caso, ci ha permesso di ringraziare i partecipanti per aver colto l’importanza di una simile esperienza, che sicuramente ripeteremo nei prossimi anni”.